Il giorno 5 Dicembre 2007, presso lo studio del Notaio Borrelli, si è costituita l’associazione di volontariato denominata “Associazione Montessori” con sede in Castelfidardo.

L’Associazione è nata per sostenere la crescita della scuola collaborando con l’Istituto Comprensivo Soprani e con l’Amministrazione Comunale e ha il fine di promuovere lo sviluppo e la diffusione del metodo montessori.

La scuola montessori non è mai stata pensata né concepita come una scuola di “élite” ma come una scuola che, seguendo i principi di Maria Montessori, ruoti attorno ai reali bisogni dei bambini, rispettando e aiutando lo spontaneo processo di apprendimento di ognuno; non a caso la prima scuola di Maria Montessori è stata aperta, cent’anni or sono, nel popolare quartiere san Lorenzo di Roma ed era frequentata dai bambini poveri e spesso anche abbandonati a se stessi.

Il metodo montessori è riconosciuto dallo Stato Italiano e pertanto, benché in tutto il mondo la maggior parte di queste istituzioni sia privata, a Castelfidardo le scuole dell’infanzia e primaria sono statali, pubbliche e gratuite. Non è la scuola dei “ricchi” ma è frequentata da bambini di tutte le classi sociali, come normalmente avviene. E’ aperta a tutti, accoglie bambini di ogni parte d’Italia, ha una organizzazione flessibile e si basa su un percorso formativo individualizzato, favorito dall’utilizzo di materiali scientifici, attraverso il quale anche il bambino con difficoltà può trovare un ambiente stimolante e soprattutto sereno.

L’ampliamento della scuola montessoriana, reso necessario dal progressivo aumento delle iscrizioni, fa parte di una necessità e di un progetto che coinvolgono tutto il territorio di Castelfidardo, dove la popolazione è in costante aumento, quindi la necessità di nuove scuole è una realtà oggettiva.

La prima classe con metodo montessori è stata ospitata per tre anni nel salone e nel sottoscala situati al piano seminterrato della scuola primaria “Dalla Chiesa” di Fornaci, senza materiali né attrezzature, ma ricca dell’entusiasmo e della determinazione della Dirigente, delle insegnanti e dei genitori che hanno subito creduto nel progetto.

Sono stati fondamentali in questi anni l’impegno e la collaborazione delle famiglie che volontariamente e liberamente hanno contribuito, sia sul piano personale che su quello economico, a far crescere la scuola. Infatti le scuole statali a indirizzo montessoriano hanno, a carico dello Stato, insegnanti di ruolo qualificate nel metodo; per tutto il resto (attrezzature, materiali di lavoro ecc…) ricevono la stessa quota delle scuole comuni, cioè pochi euro, mentre per gli arredi e per i materiali di sviluppo montessoriani, chesono molto costosi, sono state le famiglie ad intervenire in prima persona.

L’Associazione che si è costituita, alla quale tutti possono aderire, si propone di provvedere a tutte le necessità per le quali non sono sufficienti i fondi statali, anche per non pesare sulle famiglie meno abbienti e per cercare di ampliare la ricettività della scuola, in modo da poterne garantire l’accesso a tutti coloro che ne facciano richiesta.

Associazione Montessori Onlus Castelfidardo

Lo scopo dell’Associazione Montessori Onlus è quello di promuovere tutte le iniziative che possano contribuire ad una crescita stabile e permanente della qualità dell’offerta formativa scolastica con particolare attenzione al mondo della didattica montessoriana.

La forza della nostra opera sta nel ricercare, selezionare e sostenere progetti di qualità nel mondo della scuola. Il nostro intervento si esercita ricercando tutti i possibili punti di sinergia per poi proporli ai diversi soggetti che a vario titolo possono essere coinvolti, come: amministrazioni pubbliche, istituzioni scolastiche, imprese private, semplici cittadini e in generale a tutti coloro che possano ottenere un vantaggio dal successo dell’iniziativa.

L’Associazione promuove inoltre incontri culturali e divulgativi sul metodo Montessori come convegni, seminari, incontri, conferenze, ecc.


Alcuni dei progetti ai quali abbiamo partecipato e relativi partner

Contributo all’istituzione della Scuola primaria “Augusto Scocchera” di Castelfidardo (I.C. Soprani, amministrazione comunale di Castelfidardo, Opera Nazionale Montessori);

Contributo all’apertura della Scuola secondaria di Primo grado ad ispirazione montessoriana “Mario M. Montessori” (I.C. Soprani, amministrazione comunale di Castelfidardo, Garofoli S.p.A., Opera Nazionale Montessori)

Realizzazione edificio in bioarchitettura per la Scuola secondaria di Primo grado ad ispirazione montessoriana “Mario M. Montessori” (Amministrazione comunale di Castelfidardo, Garofoli S.p.A.);

Presentazione progetto e successiva accettazione per un contributo di Euro 27.000 finalizzato alla dotazione informatica avanzata per tutti i ragazzi della Scuola secondaria di Primo grado ad ispirazione montessoriana (I.C. Soprani, Fondazione CARIVERONA);

Contributo all’istituzione della Casa dei Bambini di Senigallia (I.C. Senigallia Nord-Mercantini, Amministrazione comunale di Senigallia, B.C.C. di Corinaldo, Opera Nazionale Montessori);

Contributo alla pubblicazione del libro: “11 anni in una settimana” di Daisy Petali – Il primo libro montessoriano scritto direttamente dai ragazzi (I.C. Soprani, Casa editrice “Leggere per Cambiare”);

Contributo per far nascere la Casa dei Bambini e la scuola primaria Montessori dell’I.S.C. sud di San Benedetto del Tronto (AP);

Contributo per far nascere la Casa dei Bambini presso I.S.C. di Ripatransone (AP);

Contributo per far nascere la Casa dei Bambini e la scuola primaria Montessori presso il plesso Tofare dell’I.S.C. Luciani di Ascoli Piceno;

Contributo per far nascere la scuola primaria Montessori presso il plesso Mozzano dell’I.S.C. Borgo Solestà di Ascoli Piceno;

Contributo per far nascere la scuola primaria Montessori presso il plesso Scuola Pertini dell’I.S.C. Spinetoli di Pagliare del Tronto (AP);

Contributo per far nascere la Casa dei Bambini di Montegridolfo (RN);

Contributo per far nascere la Casa dei Bambini e la scuola primaria Montessori dell’I.S.C. di Porto San Giorgio (FM).

L’idea alla base del metodo rivoluzionario di Maria Montessori è che il bambino vada lasciato libero di esplorare il suo mondo, con la certezza che ci sia un impulso imperscrutabile in lui che lo spinge verso l’apprendimento. In questo senso, la curiosità del bambino è il vero motore dell’apprendimento che, se lasciato “girare” senza interferenze, porterà il bambino a sviluppare al massimo tutto lo spettro delle proprie capacità e a conquistare il mondo con la forza della sua intelligenza.

E’ necessario intervenire intenzionalmente sulla predisposizione e strutturazione dell’ambiente educativo ambientiche deve essere scientificamente organizzato e preparato ad accogliere i bambini, sulla scelta e sull’utilizzo del materiale di sviluppo, sulla ridefinizione del ruolo e della funzione dell’educatore.

E’ l’ambiente, quindi, il primo elemento a rivestire per la Montessori un ruolo fondamentale per lo sviluppo e la crescita del bambino e successivamente del ragazzo.

vita_scolastica

L’organizzazione dell’ambiente accompagna il bambino ad acquistare coscienza delle proprie capacità, a scoprire via via l’uso delle sue mani (la mano per la Montessori è l’organo dell’intelligenza), a rassicurare la deambulazione, a diventare perciò sempre più indipendente. Il bambino perfeziona l’esperienza sensoriale facendo “ordine” nelle proprie scoperte, usando i materiali predisposti a questo scopo divenendo man mano il costruttore del proprio apprendimento.

L’esigenza di attuare il progetto Montessori anche in una Scuola Secondaria di Primo Grado nasce per:

divulgare la validità del percorso montessoriano, un metodo apprezzato in tutto il mondo e in Italia limitato solo all’ambito delle scuole primarie o all’iniziativa privata, che a distanza di molti anni dalla sua ideazione mostra una straordinaria conferma nelle più recenti conquiste della pedagogia, della didattica e delle neuroscienze;

arricchire e aggiornare l’offerta della scuola pubblica, che, a differenza di quanto accaduto in molte altre parti del mondo e nella sfera del privato, non ha sempre compreso la carica innovativa e le potenzialità in termini di efficacia ed equità del metodo montessoriano;

dare continuità all’esperienza della scuola primaria Montessori del nostro Istituto Comprensivo e a quelle presenti sul territorio marchigiano, esigenza espressa anche dai genitori;

creare l’occasione di una straordinaria sperimentazione educativa e didattica che porrebbe la regione Marche in una posizione di avanguardia nella riflessione sull’aggiornamento dell’offerta pedagogica e didattica della scuola media italiana ;

permettere alla nostra scuola media di arricchirsi attraverso esperienze e confronti anche con paesi esteri.

GRUPPO DI COORDINAMENTO TECNICO SCIENTIFICO

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione Montessori Marche ha pensato di nominare un Gruppo di Coordinamento Tecnico Scientifico composto da persone con comprovata esperienza in campo educativo, pedagogico, culturale, scientifico ed organizzativo a cui è stato affidato il compito di studiare, valutare, proporre e progettare iniziative culturali ed educative al fine di promuovere sul territorio marchigiano e non solo la pedagogia e l’insegnamento montessoriano.

I componenti di tale gruppo sono tutti formatori ed esperti dell’O.N.M. e sono:

Vincenza D’ANGELO – Dirigente Scolastico I.C. “Paolo Soprani”, Formatore corsi di differenziazione didattica

Milena SCALONI – docente Casa dei Bambini I. C. “M. Montessori”, Formatrice corsi di differenziazione didattica

Monica TEODORO – docente Casa dei Bambini I.C. “P. Soprani”, Formatrice corsi di differenziazione didattica

Flora DONNARUMMA – docente scuola Primaria I.C. “Paolo Soprani” Formatrice corsi di differenziazione didattica

Simona BRECCIAROLI – docente scuola Primaria I.C. “M. Montessori” Chiaravalle, Formatrice corsi di differenziazione didattica

Claudia MENGASCINI – docente scuola Primaria I.C. “Paolo Soprani”, Formatrice corsi di differenziazione didattica

Angela STAMPELLA – docente scuola Primaria I.C. “Paolo Soprani”, Formatrice corsi di differenziazione didattica

Maila MORRESI – Formatrice corsi di differenziazione didattica

Manuela MARSILI – docente scuola Primaria I.C. “Paolo Soprani”

Mariarosa RITONNALE – docente scuola Primaria I.C. “Paolo Soprani”


Progetto "Liberi di Crescere"


DONAZIONI

BILANCIO

CONVENZIONI

STATUTO

DIVENTA SOCIO

VERBALI ASSEMBLEA


72700

VISITATORI

348

SOCI

411300

VISITE